Disturbo Bipolare l - Depressione - Euforia - Psicologo in Toscana e Online - Dr Gaspare Costa - Psicoterapeuta

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Disturbi Psichici > Disturbi dell'Umore
Disturbo Bipolare l


Principali Caratteristiche diagnostiche:

La caratteristica essenziale del Disturbo Bipolare I è un decorso clinico caratterizzato dalla presenza di uno o più Episodi Maniacali o Episodi Misti. Spesso gli individui hanno presentato anche uno o più Episodi Depressivi Maggiori. L'individuo afflitto da tale disturbo presenta un quadro clinico che tipicamente oscilla da fasi (episodi) depressive a fasi maniacali ;le fasi depressive si configurano come Episodio Depressivo Maggiore mentre le fasi maniacali assumono le caratteristiche tipiche dell’Episodio Maniacale:
  • Un Episodio Maniacale è definito da un periodo durante il quale vi è un umore anormalmente e persistentemente elevato, espanso o irritabile. Questo periodo di umore anormale deve durare almeno 1 settimana (o meno se è necessaria l’ospedalizzazione). Il disturbo dell’umore deve essere accompagnato da almeno tre sintomi addizionali, quattro se l’umore è irritabile (anziché elevato o espanso), dalla seguente lista:

  • È tipicamente presente un’autostima ipertrofica, che va dalla fiducia in sé stesso priva di critica alla grandiosità marcata e può raggiungere proporzioni deliranti.

  • Quasi invariabilmente vi è un ridotto bisogno di sonno. Il soggetto si sveglia solitamente molte ore prima che di abitudine, sentendosi pieno di energie.

  • L’eloquio maniacale è tipicamente pressante, ad alta voce, rapido e difficile da interrompere.

  • I pensieri dell’individuo possono correre, spesso, più velocemente di quanto possano essere articolati.

  • La distraibilità è evidenziata dall’incapacità di filtrare gli stimoli esterni irrilevanti .

  • L’aumento di attività finalizzata spesso implica un’eccessiva pianificazione e partecipazione ad attività multiple È spesso presente un aumento della libido, delle fantasie e dei comportamenti sessuali.

  • L’espansività, l’ottimismo ingiustificato, la grandiosità e la mancanza di giudizio spesso inducono ad un imprudente coinvolgimento in attività piacevoli, quali eccessi nel comprare, guida spericolata, investimenti in affari avventati e comportamento sessuale insolito per l’individuo, anche se queste attività possono avere conseguenze spiacevoli.

  • I sintomi non soddisfano i criteri per un Episodio Misto, che è caratterizzato da sintomi sia dell’Episodio Maniacale che dell’Episodio Depressivo Maggiore presenti quasi ogni giorno per un periodo di almeno 1 settimana.

  • IL disturbo deve essere sufficientemente grave da causare una marcata compromissione nel funzionamento sociale o lavorativo o da richiedere l’ospedalizzazione, oppure è caratterizzato dalla presenza di manifestazioni psicotiche.

  • L’episodio non deve dipendere neanche dagli effetti fisiologici diretti di una condizione medica generale



Caratteristiche del Disturbo (Bipolare I)

Il rischio di suicidio è presente, specie durante l’Episodio Depressivo Maggiore o Misto, nel 10-15% dei casi. Nel Disturbo Bipolare I risultano frequenti le problematiche legate allo scarso successo scolastico, disoccupazione, difficoltà relazionali, manifestazioni violente. Frequentemente al disturbo bipolare l si associa un eccessivo consumo di alcol o di altre sostanze che né aggravano il quadro e quindi i ricoveri. Tipicamente l’uso di alcol (o di altre sostanze come la cocaina) è associato al “desiderio” dell’individuo di mantenere o ripristinare lo stato up, questa condotta riduce ulteriormente le capacità di giudizio dell’individuo aumentando i rischi di comportamenti aggressivi o autolesivi. Il disturbo può essere accompagnato da altri disturbi di asse I come Abuso o Dipendenza da Sostanze, Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa ,Disturbo di Panico, Fobia Sociale.

Caratteristiche Episodio Maniacale

La caratteristica fondamentale di un Episodio Maniacale è il marcato aumento dell’umore che tipicamente si presenta come espanso, festoso, eccessivo, esaltato; queste peculiarità si riflettono sul piano comportamentale con un aumento dei rapporti interpersonali, delle condotte sessuali, delle attività ludiche, delle iniziative potenzialmente pericolose. L’individuo affetto dal disturbo può manifestare comportamenti inusuali come dare eccessiva confidenza agli estranei, intraprendere attività finanziare rischiose,
cambiare drasticamente stile di vita, partire improvvisamente per lunghi viaggi o cercare “imprese” improbabili, aumento delle iniziative sessuali. Queste iniziative, che contrastano nettamente con il normale funzionamento della persona, vengono intraprese con un inguaribile, quanto ingiustificato, ottimismo che accompagna il senso di onnipotenza dell’individuo affetto dal disturbo.

In altre parole, il giudizio critico e l’esame di realtà appaiono compromessi ed il rischio di sconfinamento psicotico si fa serio; in questa condizione si possono manifestare tentativi di suicidio o comportamenti aggressivi nei confronti degli altri ( specie quando le attività dell’individuo vengono ostacolate). L’umore anche se caratteristicamente appare espanso e festoso può, specie in determinate circostanze, presentarsi come prevalentemente irritabile, oppure oscillare rapidamente tra i due poli. Una delle difficoltà maggiori nel trattamento dell’Episodio Maniacale è la scarsa consapevolezza di malattia che solitamente accompagna il disturbo; spesso è necessario il ricovero coatto per evitare che l’individuo arrechi danno a se o agli altri (guida spericolata, gioco d’azzardo, risse, assunzione di sostanze ecc.).

Episodio Misto

Principali Caratteristiche diagnostiche:

  • Un Episodio Misto è caratterizzato da un periodo di tempo (di almeno una settimana) durante il quale risultano soddisfatti i criteri sia per l’Episodio Maniacale che per l’Episodio Depressivo Maggiore quasi ogni giorno. L’individuo esperisce rapide alternanze di umore (tristezza, irritabilità, euforia) accompagnate dai sintomi di un Episodio Maniacale e di un Episodio Depressivo Maggiore. La manifestazione dei sintomi spesso include agitazione, insonnia, alterazione dell’appetito, manifestazioni psicotiche e ideazione suicidaria.Il disturbo può essere sufficientemente grave da causare una marcata compromissione del funzionamento sociale o lavorativo o da richiedere l’ospedalizzazione, oppure è caratterizzato dalla presenza di manifestazioni psicotiche.

  • Il disturbo non è dovuto agli effetti fisiologici diretti di una sostanza o di una condizione medica generale (per es.,ipertiroidismo).



Dr Gaspare Costa
 
Dr Gaspare Costa iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Toscana n° 5040 - P.Iva 0120695045 Tutti i diritti riservati - prima dell'utilizzo del sito leggere le avvertenze in note legali e privacy
Torna ai contenuti | Torna al menu