Disturbo di Somatizzazione - Disturbi Psicosomatici - Psicologo in Toscana e Online - Dr Gaspare Costa - Psicoterapeuta

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Disturbi Psichici > D. Somatoformi
Disturbi Somatomorfi ( Psicosomatici)

a cura del Dr Gaspare Costa

I Disturbi Somatomorfi (Psicosomatici) rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non imputabili a condizioni mediche generali, all’uso di sostanze o ad altro disturbo mentale; ai fini diagnostici è necessario che i sintomi non siano intenzionalmente prodotti dall’individuo e che gli stessi pregiudicano la qualità della vita del soggetto arrecando disagio e/o compromettendo i diversi ambiti dell’ individuo (sociale, lavorativo, affettivo ecc.). I Disturbi Somatoformi possono dunque rappresentare una specie di “anello di congiunzione” tra il versante psichico e quello somatico, in quest’ottica si può ipotizzare un continuum tra le diverse aree di funzionamento dell’individuo.

In altre parole, il processo di somatizzazione potrebbe iniziare dalla valutazione cognitiva di un evento o situazione a cui si accompagna, se l’evento è valutato negativamente come minaccia, la risposta di stress, ansia o paura che a loro volta innescano ed iper-attivano, come una sorta di segnale d’allarme, le risposte del sistema nervoso autonomo che, se abnormi o croniche, possono creare problemi fisici. In sostanza questo meccanismo prevede la sincronia dell’asse ipotalamo-ipofisi-corticosurrene (P. Pancheri; Stress, Emozioni e Malattia).

Di solito i Disturbi Somatoformi (Psicosomatici) si manifestano con danni fisici a carico dei diversi apparati o sintomi pseudoneurologici; a livello dell’apparato gastrointestinale (ulcere, gastriti, coliti ecc.), dell’apparato respiratorio(asma, iperventilazione), dell’apparato urogenitale (dolori mestruali, impotenza, eiaculazione precoce, anorgasmia ecc.), dell’apparato cardiocircolatorio (ipertensione, aritmia, tachicardia), della pelle (orticaria, allergie, dermatite, psoriasi ecc.) del sistema muscolare (crampi, mialgia, artrite, cefalea ecc.). Spesso, i pazienti che presentano questo tipo di Disturbi manifestano significative difficoltà nell'espressione delle emozioni, nella gestione dell'ansia o della rabbia,mancano di efficaci strumenti per fronteggiare lo stress, risultato scarsamente assertive nelle relazioni interpersonali che spesso risultano poco gratificanti o frustranti.

DISTURBO DI SOMATIZZAZIONE

Principali Caratteristiche diagnostiche:

  • La caratteristica essenziale del Disturbo di Somatizzazione è un quadro di ricorrenti lamentele fisiche multiple clinicamente significative che iniziano prima dei 30 anni e si manifestano almeno per alcuni anni.

  • Le lamentele fisiche multiple non sono giustificate da alcuna condizione medica generale conosciuta (o comunque vanno oltre gli effetti che ci si aspetterebbe se questa fosse presente) o con gli effetti diretti di una sostanza.·

  • Deve esserci una storia di dolore riferito almeno a 4 differenti localizzazioni (per es. testa, addome, schiena, articolazioni, arti, torace, retto) o funzioni (cicli mestruali, rapporti sessuali, minzione) .

  • Deve anche esserci una storia di almeno due sintomi gastro-intestinali che non siano il solo dolore (es. vomito, nausea, meteorismo).

  • Deve esserci una storia di almeno un sintomo sessuale o riproduttivo che non sia il solo dolore ( es. cicli mestruali irregolari nelle donne o disfunzioni erettili negli uomini).

  • Inoltre deve anche esserci nella storia almeno un sintomo, che non sia il solo dolore, che suggerisca una condizione neurologica (es. sordità, cecità, paralisi, amnesia ecc.)

  • Infine i sintomi ingiustificati nel Disturbo di Somatizzazione non sono intenzionalmente simulati o prodotti.



Caratteristiche del Disturbo

Una delle caratteristiche peculiari dell’individuo affetto dal disturbo di somatizzazione è l’incoerenza della narrazione delle proprie vicissitudini cliniche; in genere, la descrizione dei sintomi e le loro manifestazioni vengono raccontati con grande enfasi e teatralità ma non sono supportati da dati concreti e specifici. Questa caratteristica è simile a quello che avviene con i Dismissing, ovvero con gli individui che hanno sviluppato un attaccamento di tipo “evitante”, i quali se interrogati circa le loro relazioni parentali rispondono con grande enfasi (in genere positiva) ma sono quasi completamente incapaci di portare prove a sostegno di queste affermazioni.

Il Disturbo di Somatizzazione può essere complicato dalle innumerevole visite, trattamenti ed interventi a cui l’individuo si sottopone, quasi sempre senza successo, per alleviare il proprio malessere; l’invasività e spesso l’inutilità di questi interventi possono seriamente peggiorare il quadro e danneggiare in maniere irreversibile gli organi oggetto degli interventi, in maniera simile l’eccesso di farmaci può portare ad un quadro di dipendenza.

Il Disturbo Somatoforme può anche presentarsi associato ad altri Disturbi
come il , il Disturbo di Panico o il Disturbo Indotto da Sostanze; il quadro può essere ulteriormente aggravato quando il disturbo si presenta associato ad un Disturbo di Personalità (Istrionico, Borderlinee Antisociale sono le associazioni più comuni) nel qual caso le complicanze fisiche sono accompagnate ed esacerbate dalla componente personologica.

Di solito i Disturbi Somatoformi ( Psicosomatici) si manifestano con danni fisici a carico dei diversi apparati o sintomi pseudoneurologici; a livello dell’apparato gastrointestinale (ulcere, gastriti coliti ecc.), dell’apparato respiratorio (asma, iperventilazione), dell’apparato urogenitale (dolori mestruali, impotenza, eiaculazione precoce, anorgasmia ecc.), dell’apparato cardiocircolatorio (ipertensione, aritmia, tachicardia), della pelle (orticaria, allergie, dermatite, psoriasi ecc.) del sistema muscolare (crampi, mialgia, artrite, cefalea).

Dr Gaspare Costa
 
Dr Gaspare Costa iscritto all'Ordine degli Psicologi della Regione Toscana n° 5040 - P.Iva 0120695045 Tutti i diritti riservati - prima dell'utilizzo del sito leggere le avvertenze in note legali e privacy
Torna ai contenuti | Torna al menu